Antimeningococco B arriva il nuovo vaccino

20/06/2014

VaccinoLa meningite è una malattia che non lascia quasi mai scampo e nei rari casi in cui il paziente sopravvive rimane menomato per sempre. Il Meningococco di tipo B è tra le principali cause di meningite anche nel nostro paese ma, grazie alla ricerca italiana, da dicembre 2013 è disponibile un nuovo vaccino capace di evitare l’80% delle ospedalizzazioni. Il prodotto vaccinale è stato costruito permettendo a questo il riconoscimento di quattro proteine espresse sulla superficie dal batterio con una efficacia quindi aumentata. Somministrabile a partire dai due mesi di età, il nuovo vaccino contro il meningococco di tipo B, offre diverse opzioni di schedula vaccinale, che possono essere integrate negli attuali programmi di vaccinazione di routine.

L’Intervista

Intervenuto telefonicamente nella trasmissione “Music&Medicine 2.0” su Radio Manà Manà il Dott. Alberto Villani, Responsabile di pediatria generale e malattie infettive ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, ha sottolineato con forza l’importanza delle vaccinazioni e di come la loro azione “Spesso ritenuta poco utile sia assolutamente necessaria. L’invisibilità della sua azione non va equiparata all’efficacia dei vaccini in generale”. Il Dott. Villani ha inoltre espresso con orgoglio quanto “la ricerca italiana, nonostante le tante difficoltà economiche, sia una ricerca di grande qualità capace di produrre preziose pubblicazioni e, come in questo caso, un vaccino di provata efficacia”.

Il prodotto è già disponibile alla somministrazione anche se solo in poche regioni italiane è fornito gratuitamente. L’auspicio è che, una volta superati una serie di aspetti tecnico-organizzativi, si possa offrire gratuitamente su tutto il territorio nazionale.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed