Aumentano le malattie a trasmissione sessuale

18/07/2014

rapporto sessualeTornano le malattie sessualmente trasmissibili, in realtà non sono mai andate via. L’estate però, complice l’allungarsi delle giornate e una maggiore promiscuità, porta con se un’impennata delle infezioni. Ad essere maggiormente colpiti i più giovani, gli adolescenti, troppo distratti e delle volte troppo poco responsabili. L’uso del preservativo rimane infatti l’unica azione capace di proteggere da malattie a trasmissione sessuale con l’AIDS in testa. Compito dei media è riportare quell’attenzione, tipica soprattutto degli anni 80, su una patologia che si sta sottovalutando a causa di una scarsa informazione. E non solo su essa.

“Ogni anno un numero altissimo di persone in Italia e in Europa acquisisce un’infezione sessualmente trasmessa – sottolinea al Corriere della Sera Barbara Suligoi, direttore del Centro operativo AIDS dell’ISS -. Si tratta di una realtà sottovalutata. I motivi? La gente non parla volentieri di questi problemi. Inoltre, spesso la tematica resta relegata ad alcuni specialisti di settore. Infine, si fa anche fatica a raccogliere le segnalazione”.

Non esiste infatti solo l’AIDS ma sono diversissime le malattie a trasmissione sessuale (Mts). In aumento per esempio i casi di Chlamydia, capace se non trattata di rendere sterili le donne, così come le infezioni da Epatite C e da Candida. Si è scoperto inoltre che tra il 2002 e il 2010 c’è stata un’epidemia di Sifilide. I casi sono poi diminuiti e adesso il loro numero si è stabilizzato.

“Queste sono infezioni –  ha aggiunto sempre al Corriere la Dott.ssa Barbara Suligoiche nella stragrande maggioranza dei casi si possono diagnosticare bene, perché abbiamo test di laboratorio molto avanzati e precisi. Sono infezioni che si possono curare bene, perché abbiamo antibiotici o addirittura vaccini che prevengono la comparsa di malattie”.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed