Cos’è la Celiachia? Il Prof.Marco Silano ne spiega le caratteristiche

22/05/2015

Caliachia AIC GlutineCos’è la Celiachia? Domanda semplice ma necessaria quando si vuole combattere, oltre che capire, una patologia. La domanda è stata posta al Prof.Marco Silano, Direttore del reparto Alimentazione, Nutrizione e Salute ISS e coordinatore Board Scientifico AIC, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano, in onda sugli 89.100 FM a Roma e nel Lazio e sul sito internet: www.radiocusanocampus.it

Prof. Silano cos’è la Celiachia e come si manifesta?

La Celiachia è un’enteropatia scatenata dal Glutine, il Glutine è una componente proteica presente in alcuni cereali. Si può manifestare in forme diverse; si va dal mal di pancia e diarrea fino ad arrivare nell’adulto a perdita di capelli, smalto dei denti o malattie autoimmuni.

Si può diventare celiaci nel corso della vita?

Certamente, si nasce con la predisposizione genetica alla Celiachia. Circa il 30% della popolazione mondiale possiede i geni che predispongono alla malattia. In realtà di questi solo una minima parte va incontro a degli eventi, di cui ancora non conosciamo molto, che portano a Celiachia. Si può diventare celiaci a diverse età, alcuni a due, tre anni. Altri addirittura possono diventare celiaci anche nella terza età.

L’Università Niccolò Cusano sta utilizzando lo sport, attraverso la squadra Unicusano Fondi Calcio, per informare le persone su temi legati alla salute e alla ricerca medica. Secondo lei è un’idea comunicativa vincente?

Sicuramente si tratta di due aspetti importanti della vita. Lo sport e la ricerca medica, due cose che concorrono, seppur con strade diverse allo stesso obiettivo. In effetti lo sport e la ricerca richiedono applicazione e dedizione per riuscire in entrambi i campi. Gli sportivi sono vicini ai temi e alle modalità della ricerca per questa applicazione che unisce i due percorsi.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed