Cirrosi epatica: molecola lipidica causa immuno-soppressione

14/04/2014

Una molecola lipidica, che si trova in quantita’ eccessive nel sangue dei malati di un certo tipo di cirrosi epatica, e’ associata con l’immuno-soppressione. A dirlo uno studio dello University College London pubblicato su ‘Nature Medicine’. La riduzione dei livelli di questi lipidi con l’albumina in alcuni topi con malattie epatiche ha mostrato di riuscire a ridurre il rischio di infezioni. I pazienti con cirrosi epatica sviluppano cicatrici e una scarsa funzionalita’ del fegato, il che incrementa il rischio di infezioni, mentre il meccanismo secondo cui si verifica la caduta della funzione immunitaria e’ stato finora poco chiaro.

Gli scienziati hanno trovato che la concentrazione della molecola PGE2, un lipido rilasciato dalle cellule immunitarie, era elevata nel sangue dei pazienti con due forme di cirrosi. L’albumina, una proteina che si trova comunemente nel sangue, si mostra ridotta in pazienti con malattie epatiche, e puo’, contemporaneamente ridurre i livelli della PGE2. Aggiungendola alle cellule immunitarie, gli scienziati sono riusciti a invertire gli effetti immuno-soppressivi.

A cura di Andrea Lupoli

[Fonte: Agi Salute]

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed