Dai suini nuove speranze per cura Distrofia di Duchenne

20/11/2015

distrofia di duchenneLa Distrofia di Duchenne o DMD è una malattia neuromuscolare a trasmissione genetica legata al cromosoma X. La patologia è caratterizzata da degenerazione progressiva dei muscoli scheletrici, lisci e cardiaci, che genera debolezza muscolare diffusa. Colpisce prevalentemente gli uomini mentre le donne di solito sono asintomatiche. La distrofia si manifesta nella prima infanzia con problemi nella deambulazione che progrediscono fino alla perdita dell’autonomia. Grazie però ad una nuova ricerca, dell’Università degli Studi di Perugia, la cura alla terribile malattia potrebbe non essere così lontana.

La ricerca

I due gruppi di ricerca hanno sfruttato le proprietà immunomodulatorie di una particolare cellula del testicolo, quella di Sertoli. Le cellule sono state ottenute da una colonia di maiali allevati in condizioni di assoluta assenza di agenti infettivi. Il risultato è stato – viene sottolineato – un recupero morfologico e funzionale dei muscoli dei topi trattati successivamente nei test di prova. “Le microcapsule contenenti cellule di Sertoli, spiegano i ricercatori, agiscono come una micro-fabbrica biologica che dalla cavità peritoneale rilascia fattori i quali, per via sistemica, possono raggiungere ogni singolo muscolo, senza la necessità di iniezioni locali e senza richiedere immunosoppressione farmacologica. Due grandi vantaggi che rendono il protocollo terapeutico particolarmente interessante”. Lo studio è stato pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica internazionale Biomaterial.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed