Estate a rischio per gli allergici. Anche il Prosecco può evocare una risposta allergica

01/08/2014

Allergia donnaEstate tempo di relax, ma non per gli allergici. Frutta esotica, frutti di mare crudi, punture di insetti e anche il “nostrano” prosecco possono mettere a rischio la salute degli allergici. E’ quanto evidenzia Giorgio Walter Canonica, presidente della Siaaic, Società Italiana di Allergologia asma ed immunologia clinica, che ricorda come ogni stagione abbia le sue peculiari forme di allergia.

I Rischi

L’estate porta con se numerosi rischi dovuti a punture di imenotteri come: api, vespe e calabroni. Ma l’attenzione deve rimanere alta anche riguardo il consumo di pesce crudo e frutti di mare capaci di scatenare potenti risposte allergiche e reazioni anafilattiche. “Non dimenticarsi di portare con se il kit di emergenza, inclusa l’adrenalina auto iniettabile – sottolinea Canonica per i soggetti definiti a rischio. In vacanza le gite sono più frequenti e se le reazioni generalizzate avvengono bisogna avere con se i mezzi per contrastarle correttamente ed efficacemente anche in luoghi isolati. Ovviamente non bisogna abbassare la guardia anche per gli asmatici: sempre avere il broncodilatatore da usare in caso di attacco acuto”.  Attenzione infine anche all’aperitivo con il prosecco che può essere un problema per chi soffre di allergie alimentari: i vini bianchi, molto ricchi di Solfiti, possono amplificare o scatenare reazioni allergiche in soggetti con asma bronchiale o allergie cutanee.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed