La storia di Giulia: 24 anni in attesa di un cuore

29/11/2016

CuoreAvere 24 anni con tutto ciò che questa età comporta. Avere dei sogni, dei desideri e avere un forte senso di attesa. Un’attesa nei confronti non di un amore lontano, di un esame o di un autobus ma di un cuore. Un cuore nuovo che possa portare ad una vita tutta nuova. Sempre di attesa ma con prospettive e tempi diversi. E’ questa la storia di Giulia Bazzichi, 24 anni in attesa di un trapianto cardiaco. Una storia raccontata ai microfoni di Radio Cusano Campus nel corso del programma “Genetica Oggi”. Giulia però non attende con le mani in mano il suo cuore ma prova a fare altro, prova a pensare a come si possano cambiare le regole della donazione nel nostro paese e decide di dare vita ad una petizione online, su change.org, che nel giro di pochi giorni arriva a oltre 19mila firma e continua a crescere. Una petizione che guarda proprio a chi attende un organo.

Giulia di cosa tratta la tua petizione?

La donazione è un argomento poco discusso anche se molte persone si dichiarano favorevoli. Non tutti sono disposti a fare quel passo in più e ad esprimere formalmente la loro volontà di essere donatori. Questo accade, nonostante come dicevo manifestino un pensiero a favore della donazione, perché si rimanda la scelta oppure la procrastinano pensandola come qualcosa di lontano da loro, come qualcosa che nell’immediato non è così importante. Proprio per questo ho lanciato una petizione per dire: facciamo che siamo tutti donatori già “di base” e poi chi vuole fa il processo inverso da quello attuale ossia si dichiara non donatore.

In altri paesi funziona nello stesso modo?

So che in Galles funziona in questo modo, ossia tutti i cittadini maggiorenni vengono inseriti nelle liste di donazione e diventano donatori a meno che non esprimano parere contrario. In Olanda c’è stata una proposta di legge di questo tipo e in Francia funziona nello stesso modo. Se non sbaglio anche in Colombia funziona nello stesso modo. Proprio vedere che in tutti questi paesi viene applicato un tale modello mi ha portato a dare vita alla petizione.

ASCOLTA QUI L’INTERVISTA COMPLETA A GIULIA

Chi è Giulia Bazzichi?

Sono una ragazza di 24 anni, mi sono laureata in cinema lo scorso anno e sono nata con una cardiopatia che da bambina non mi dava nessun problema, dovevo giusto riprendere un po’ fiato quando giocavo, ma crescendo mi sono sentita sempre più affaticata finché all’età di 14 anni mi hanno impiantato un defibrillatore per evitare ulteriori problemi. Da adolescente avevo accettato la malattia, nonostante tutto. Crescendo però la mia patologia ha iniziato a peggiorare essendo degenerativa e nel 2011 sono entrata in scompenso cardiaco gestito con una terapia. Da li è iniziato il discorso del trapianto, che all’inizio mi ha spaventata molto ma grazie alle rassicurazioni dei medici ho iniziato ad avere speranza perché un cuore nuovo mi permetterà di fare cose che fino ad oggi non ho mai fatto. Una nuova vita, una rinascita possibile grazie alla donazione. E’ bello vedere come un gesto di amore può dare speranza la dove le malattie la tolgono.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed