Ibuprofene come Elisir di lunga vita

22/12/2014

Viso di donna metà giovane metà vecchioQuante volte sarà capitato di assumere un antidolorifico per alleviare un martellante dolore ai denti, oppure per lenire i disturbi della sindrome mestruale. Un gesto semplice ed efficace che nasconde forse il segreto per una vita più lunga. Stando infatti ad una recente ricerca di una università del Texas, l’Ibuprofene, contenuto in numerosi farmaci antidolorifici, antinfiammatori e antipiretici, potrebbe rallentare l’invecchiamento e favorire dunque una maggiore durata di vita.

La ricerca

I ricercatori del Texas A&M AgriLife Research si sono concentrati sui microrganismi del lievito di birra, su vermi e mosche. Somministrando basse e continue dosi di Ibuprofene hanno ottenuto una durata maggiore in termini di sopravvivenza di questi organismi trattati, rispetto a quelli non trattati.

Prospettive

“Non siamo sicuri sul perché ciò accada” precisa Brian Kennedy, presidente del Buck Institute for Research on Agingin Novato, California, con il quale i ricercatori del Texas A&M AgriLife Research hanno collaborato: “Occorre indagare ancora.” La ricerca, pubblicata su Plos Genetics, ha però aperto una strada tutta nuova e percorribile per una nuova branca della medicina chiamata “Anti-Aging Medicine”. Una medicina che permetta di invecchiare sempre più lentamente e nel migliore modo possibile.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed