In calo il numero dei medici in Italia

06/06/2014

Medici e infermieriTest di ammissione, vita sacrificata, mancanza di sicurezza, scarsa vocazione. Potremmo riassumere così le cause del forte calo nel numero totale dei medici italiani. Secondo il rapporto sul personale del Ssn della Salute appena pubblicato parla di 669 medici in meno nel 2011 rispetto al 2010, di un calo di 3.067 dipendenti in tutto il Ssn, ma anche di un aumento di circa 575 infermieri. Le difficoltà del mondo sanitario sono note da tempo così come la mancanza di fondi erogati dallo stato per ricerca e salute. Un dramma vero e proprio dove sempre più posti letto vengono tagliati rispetto al numero di dirigenti che invece mantengono pressocché inalterati i loro privilegi e i loro ricchi stipendi.

Il calo

I medici sono calati nel 2012 di 2.288 unità, gli infermieri non sono aumentati, ma ce ne sono 4.166 in meno e il personale in generale del Ssn si è ridotto di 15.148 unità. Numeri importanti che danno il polso della situazione. Scompaiono, almeno secondo quanto comunicato dal Sole 24 ore, il 2,97% di primari in esclusiva mentre quelli in extramoenia (che sono però solo 286 contro gli 8.218 in esclusiva) salgono del +8,39%. Arginare le perdite sarà ovviamente compito del Ministero della Salute e del governo tutto.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed