La Psoriasi e il suo impatto psicologico

11/06/2014

Pelle di donnaSono 2 milioni e mezzo gli Italiani affetti da Psoriasi. Complessa malattia cutanea cronica non contagiosa ad eziologia ancora sconosciuta, tipicamente caratterizzata da zone di pelle arrossata, ispessita, ricoperta da squame argentee. Purtroppo una malattia che non crea solo problemi alla pelle ma anche l’aspetto psicologico ne risente. Sono molti i pazienti che accusano scarsa autostima e depressione in seguito alla diagnosi  di questa patologia che porta i soggetti ad isolarsi e a vergognarsi a causa delle manifestazioni cutanee a cui vanno incontro. Secondo poi un recente studio la Psoriasi rovinerebbe la vita anche ai familiari dei pazienti. Lo afferma una ricerca dell’Universita’ di Granada pubblicata dal Journal of the American Academy of Dermatology. L’impatto della malattia e’ stato studiato attraverso un questionario su 130 adulti, di cui 34 con la psoriasi, 49 conviventi con un paziente e 47 persone sane come gruppo di controllo. “La psoriasi compromette la qualita’ della vita nell’88 per cento dei coabitanti, scrivono gli autori, con livelli di ansia e depressione molto vicini a quelli dei pazienti”.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed