L’osteoporosi può essere prevenuta fin da bambini

04/11/2014

Ossa rosseLe ossa rappresentano la stuttura portante di tutto l’organismo. Una impalcatura che oltre a dare assetto al corpo umano fornisce quell’attività ematopoietica fondamentale per la vita e la maturazione dei globuli rossi. A tal proposito l’osteoporosi, condizione patologica in cui c’è perdita di massa ossea, rappresenta una condizione grave soprattutto in età adulta. Come ricorda il Ministero della Salute: “un individuo che non raggiunge un picco ottimale di massa ossea durante l’infanzia e l’adolescenza, può infatti sviluppare osteoporosi senza che vi sia una accelerata perdita ossea in età adulta” e “una crescita ossea sub-ottimale nelle prime fasi della vita deve così essere considerata importante tanto quanto la perdita di massa ossea che si verifica in età adulta”.

Per questo motivo diviene fondamentale il momento dell’infanzia per prevenire l’osteoporosi attraverso l’assunzione di calcio aumentando il consumo di alimenti ricchi di questo elemento prezioso per la salute. Se, quindi, durante i primi 12 mesi di vita la fonte principale di nutrimento dovrebbe essere il latte materno o, in caso di necessità, quello artificiale, a partire dall’anno il calcio può essere efficacemente assunto attraverso il latte vaccino e i suoi derivati.

Accanto all’alimentazione, anche l’attività fisica gioca la sua parte. Per gli esperti sono da favorire gli sport come corsa e ballo oppure lunghe camminate.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed