Meningite: due giovanissimi morti in pochi giorni. Ma vaccino esiste

24/03/2014

”Mi unisco al dolore dei familiari della piccola Azzurra, stroncata a soli 11 anni, in poche ore, da una meningite fulminante da meningococco, ed esprimo la vicinanza e la solidarieta’ del Comitato nazionale contro la Meningite e di tutti coloro che vi fanno parte che, come i genitori della piccola di Casalmaiocco, hanno perso tragicamente i loro bambini a causa di questa impietosa infezione”. Queste le parole di cordoglio che Amelia Vitiello, presidente del Comitato nazionale contro la Meningite, rivolge alla famiglia della bambina scomparsa per meningite meningococcica nel Lodigiano.

”Si tratta del secondo caso di meningite verificatosi in Lombardia nell’arco di pochi giorni: il dolore per la scomparsa, lo scorso 11 marzo, di Roberto, il diciottenne di Sesto San Giovanni, e’ in noi ancora vivo. Per entrambi, Azzurra e Roberto, le condizioni di salute sono precipitate in poche ore, poiche’ la meningite e’ un’infezione dall’evoluzione rapidissima, che esordisce improvvisamente e provoca conseguenze devastanti. Ma occorre sapere”, precisa con fermezza Vitiello, ”che esistono tutte le condizioni per poter prevenire la malattia. L’offerta vaccinale contro tutti i ceppi del batterio oggi e’ completa e finalmente oggi anche l’Italia dispone di un vaccino assolutamente sicuro contro il meningococco B, il sierotipo piu’ aggressivo e letale. Possediamo, dunque, tutte le armi necessarie per contrastare la meningite: e’ inammissibile non disporne e lasciare che i nostri figli possano ancora morire a causa di una malattia prevenibile! Il prossimo 24 aprile”, ricorda Amelia Vitiello, ”ricorrera’ la Giornata Mondiale contro la Meningite, in occasione della quale il nostro Comitato promuovera’ importantissime attivita’ informative sulla patologia, i rischi, l’importanza della diagnosi tempestiva, le modalita’ di accesso alla vaccinazione. Chiediamo alle istituzioni, ai medici e ai media di unirsi a noi nella diffusione di un’informazione comune sull’importanza e l’efficacia preventiva dei vaccini, che orienti correttamente i genitori e l’opinione pubblica. Questo e’ il progresso al quale miriamo”.

E conclude: ”Abbiamo, tra l’altro, appena ricevuto notizia ufficiale dell’inclusione del vaccino contro il MenB nel Piano Vaccinale della Gran Bretagna. Auspichiamo di poter dare molto presto la stessa notizia anche in Italia: solo in questo modo sara’ possibile evitare altre morti come questa”.

A cura di Andrea Lupoli

[Fonte: Asca]

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed