Occhio bionico, uomo torna a vedere

29/07/2015

occhio bionicoTornare a vedere dopo 80 anni di cecità. Quella che solo apparentemente sembra una storia fantascientifica è in realtà il risultato di un intervento chirurgico quasi miracoloso. Ray Flynn, questo il nome del paziente affetto da Degenerazione maculare senile secca, una malattia degenerativa che colpisce 20-25 milioni di persone a livello mondiale, è stato sottoposto ad una innovativa operazione chirurgica, andata a buon fine, come annunciato a Manchester dal chirurgo Paulo Stanga del Manchester Royal Eye Hospital e dall’azienda Second sight medical products.

L’intervento è consistito nell’impianto di una retina artificiale. Secondo gli esperti, grazie alla riabilitazione, la vista del paziente continuerà a migliorare. Ray Flynn, ha spiegato Stanga, “è il primo paziente a ricevere un impianto di occhio bionico nell’ambito della nostra sperimentazione, che ha l’obiettivo di verificare se pazienti ciechi con totale perdita della visione centrale a causa della Degenerazione maculare senile possano trarre benefici da una retina artificiale”.

“Attualmente, ha precisato l’esperto, le indicazioni per l’uso di protesi retiniche oggi disponibili sono limitate a pazienti affetti da retinite pigmentosa, una malattia rara. Al momento, ha aggiunto il chirurgo, i primi risultati ottenuti con l’intervento su Ray Flynn rappresentano un totale successo”.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed