Ossa fragili e fratture, nel mondo ogni tre secondi si verifica una frattura

04/12/2014

Osso umano con osteoporosiLe fratture ossee possono verificarsi per incidenti domestici, età avanzata o incidenti stradali. Ma le cause non sono sempre imputabili a questo tipo di condizioni; non solo per incidenti ma anche, anzi spesso, a causa di una patologia ben nota: L’osteoporosi.

Una malattia delle ossa dovuta alla riduzione della massa ossea stessa e dal deterioramento del tessuto osseo stesso. “In Italia – si legge in un comunicato della Firmo Fondazione Raffaella Becagli – quasi cinque milioni di persone sono state colpite dall’osteoporosi, con un’incidenza dell’8% sulla popolazione totale. Incidenza che sale per le donne al 12%, per un totale di circa quattro milioni di persone di sesso femminile colpite. In Germania, Spagna, Francia, Italia, Svezia e Regno Unito, secondo uno studio dell’Iof, solo nel 2010 si sono verificate circa 2,5 milioni di nuove fratture da osteoporosi: 280 ogni ora. In questi Paesi ogni giorno muoiono 80 persone per cause attribuibili a fratture da fragilità correlate all’osteoporosi”.

Cercare di attuare politiche di prevenzione e cura efficaci eviterà un numero sempre più grande di ospedalizzazioni dovute a frattura e una riduzione dei soggetti colpiti.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed