Ricerca Farmaceutica e nuove frontiere

15/10/2014

FarmacologiaLa ricerca farmaceutica che lavora in modo sinergico con le aziende farmaceutiche. Un binomio non così scontato e che nel tempo ha dato frutti importanti in termini di farmaci e farmacoterapia. Ne ha parlato il Prof. Francesco Rossi, Presidente della SIF, Società Italiana di Farmacologia, intervenuto nella puntata odierna di “Genetica Oggi” su Radio Cusano Campus.

Prof. Rossi un incontro quello di ieri a Roma fondamentale per chiarire un concetto chiave: La ricerca farmacologica necessita di un rapporto sinergico con le aziende farmaceutiche.

Si è vero, è necessario affinchè la ricerc possa godere dei giusti finanziamenti e sovvenzioni. Obiettivi importanti possono essere raggiunti solamente con una buona e sana dose di applicazione.

Quattro i premi assegnati ieri ad altrettanti ricercatori, giovani ricercatori. Un gesto importante e doveroso, forse, nei confronti di capaci professionisti?

E’ stata la cosa più bella del convegno di ieri. Riconosocere un lavoro importante a dei ricercatori che hanno meno di 38 anni e dunque molto giovani. Speriamo di poterci ripetere in questo.

Quali le nuove frontiere della ricerca farmacologica e in quali campi?

Eh! (sorride ndr) Difficile rispondere in tempi brevi. Sicuramente nel campo della Neurologia e in quello della Nefrologia sono molti i nuovi farmaci impiegati e/o sviluppati. Recente anche l’uso di un nuovo farmaco per la cura dell’Epatite C. L’orizzonte non è così lontano proprio grazie alla ricerca.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed