La Sclerosi Multipla: Patologia prevalentemente femminile

07/03/2015

Effetto Sclerosi MultiplaUna malattia subdola capace di presentarsi in vari modi e con vari sintomi. E’ la Sclerosi Multipla patologia percepita quasi sempre come difficoltà a svolgere e a sostenere attività anche usuali con grave perdita di forza muscolare. Ne ha parlato la Dott.ssa Lucia Palmisano, ricercatrice e consigliere FISM, intervenuta ai microfoni di Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano (89.100 Fm a Roma e nel Lazio).

Cos’è la Sclerosi Multipla e come si presenta?

Parliamo di una patologia cronica del sistema nervoso centrale. Cronica vuol dire che può esordire di solito in un età compresa fra i 25 e i 40 anni e si protrae per tutta la vita perché ad oggi non esiste cura. Alleviarne i sintomi è possibile ma non è possibile ancora guarirla. La patologia può provocare gradi diversi di disabilità. Il decorso varia poi da persona a persona.

A livello terapeutico per gestirla al meglio la SM quali possibilità ci sono?

In questi ultimi trent’anni sono tantissimi i farmaci che sono stati sviluppati e che sono in grado di modificare il decorso della malattia così come rallentarne l’evoluzione e l’aggravamento della malattia stessa. Purtroppo però questi farmaci non sono efficaci per tutte le forme di SM. Questi farmaci risultano particolarmente efficaci nelle forme che noi chiamiamo “a ricadute” in cui si alternano periodi di riacutizzazione della malattia a periodi di tranquillità. Per le altre forme si sta lavorando molto ma abbiamo farmaci non efficaci. Tanti progressi dunque ma non per tutti. C’è poi un aspetto meno considerato che è quello della riabilitazione che rimane una vera e propria terapia e può dare dei risultati molto positivi. La riabilitazione è una riabilitazione che può essere cognitiva, della parola o della deglutizione oltre che motoria. Il suo effetto è poi capace di agire sulle cellule nervose; sui neuroni.

In Italia quasi 50mila donne sono affette da SM. A tal proposito è possibile affrontare una gravidanza avendo la SM?

Certamente! Una volta i medici sconsigliavano la gravidanza alle donne affette dalla malattia. Una donna con SM può essere madre ma deve seguire alcune accortezze riguardo i farmaci che assume ma è assolutamente possibile. Spesso capita addirittura che durante la gravidanza la malattia si attenui nelle sue manifestazioni.

Dott.ssa Palmisano molte le possibilità per aiutare la ricerca grazie proprio ad alcuni eventi promossi da AISM Onlus.

Si, prosegue sino al prossimo 15 marzo 2015 una Raccolta Fondi con un SMS solidale al 45599 per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla. L’Sms solidale è legato all’evento “la Gardenia di AISM” che si terrà in oltre 4000 piazze italiane in occasione della Festa della Donna: sabato 7 e domenica 8 marzo. Sul sito dell’AISM è possibile trovare la piazza più vicina. Noi ci teniamo molto a questo appuntamento come momento di sensibilizzazione. Molti i rappresentanti delle istituzioni che saranno in piazza con noi.

Andrea Lupoli

dona adesso universita on line
condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su youtube RSS Feed